Parco Naturale dei Nebrodi

Parco Naturale dei Nebrodi

 Aderente al Biodistretto Nebrodi

Istituito nel 1993, il Parco dei Nebrodi è la più grande area protetta della Sicilia. Si estende lungo un tratto della catena montuosa dei Nebrodi, nella parte nordorientale della Sicilia tra le provincie di Messina, Catania e Enna.

I Comuni il cui territorio ricade all’interno dell’area protetta sono 24:
– 19 in provincia di Messina (Acquedolci, Alcara Li Fusi, Capizzi, Caronia, Cesarò, Floresta, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mistretta, Raccuja, Sant’Agata Militello, Santa Domenica Vittoria, San Fratello, San Marco d’Alunzio, Santo Stefano di Camastra, San Teodoro, Tortorici, Ucria),
– 3 in provincia di Catania (Bronte, Maniace, Randazzo),
– 2 in provincia di Enna (Cerami, Troina).

In questi Comuni risiede una popolazione complessiva di 96.532 abitanti (Censimento 2001). I centri più popolosi sono Bronte (18.512 abitanti), Sant’Agata Militello (12.876) e Randazzo (11.223); quelli più piccoli Longi (1.653), San Teodoro (1.578), Santa Domenica Vittoria (1.173) e Floresta (637). Il Comune più basso è Sant’Agata Militello (m. 25 s.l.m.), quello più alto Floresta (m. 1.275 s.l.m.), che è anche il più alto della Sicilia.

La gestione del Parco è affidata ad un ente di diritto pubblico, sottoposto a controllo, vigilanza e tutela dell’Assessorato regionale del territorio e dell’ambiente: l’Ente Parco dei Nebrodi.

Gli elementi principali che più fortemente caratterizzano il paesaggio naturale del Parco sono la dissimmetria dei vari versanti, la diversità di modellazione dei rilievi, la ricchissima vegetazione ed i numerosi ambienti umidi.

L’andamento orografico del Parco, lungo circa 70 km., è caratterizzato dalla dolcezza dei rilievi, dovuta alla presenza di estesi banchi di rocce argilloso-arenacee: le cime, che raggiungono con Monte Soro la quota massima di 1847 metri s.l.m., presentano fianchi arrotondati con estese terrazze sommitali e si aprono in ampie vallate solcate da innumerevoli fiumare che sfociano nel Mar Tirreno.

Laddove, predominano gli affioramenti calcarei, il paesaggio assume aspetti dolomitici, con profili irregolari e forme aspre e fessurate.
E’ questo il caso di Monte San Fratello (716 metri s.l.m.) e, soprattutto, delle Rocche del Crasto (1315 metri s.l.m.).

Il parco è suddiviso in 4 zone, nelle quali operano particolari divieti e limitazioni, funzionali alla conservazione e, quindi, alla valorizzazione delle risorse che costituiscono il patrimonio dell’area protetta.

Per la fruizione dell’area protetta ci si può rivolgere ai diversi Centri informativi che, dislocati in vari comuni, offrono servizi informativi, servizi escursionistici e supporto per attività di educazione ambientale (visite guidate, visite tematiche, attività didattiche all’esterno, escursioni).

Contatti

Piazza DuomoSant'Agata di MIlitello,98076  Show Phone Number info@parcodeinebrodi.it http://www.parcodeinebrodi.it

Chiedi informazioni

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento