Attività Bio Distretto dei Nebrodi

Attività Bio Distretto dei Nebrodi

Per il raggiungimento dei propri scopi l’Associazione Bio-Distretto dei Nebrodi:

a) promuove la tutela della salute umana, dell’ambiente e delle altre specie, nonché la qualità del paesaggio nel territorio dei Nebrodi;

b) promuove e diffonde il consumo di alimenti sani, gustosi e genuini, prodotti seguendo metodi agricoli, forestali, zootecnici e di produzione biologica, biodinamica e in tutte le forme naturali che escludano l’utilizzo di sostanze chimiche e prodotti fitosanitari di sintesi dannose per la salute umana, l’ambiente e le altre specie, nonché per la qualità del paesaggio;

c) promuove, tutela e diffonde l’agricoltura biologica-biodinamica-naturale nell’ambito della multifunzionalità aziendale, praticata in abbinamento ad altre attività svolte nei settori di seguito elencati: turismo, cultura, tempo libero, educazione, istruzione, formazione, inclusione sociale, orti sociali e didattici, conservazione dell’ambiente sia in termini qualitativi che quantitativi e agricoltura sociale che include servizi per la salute e la cura, il benessere, la terapia e la riabilitazione;

d) promuove e valorizza lo sviluppo ecosostenibile, le produzioni biologiche, biodinamiche e naturali, la ristorazione biologica, biodinamica, naturale e identitaria nonchè incentiva l’informazione e l’orientamento dei cittadini verso la “Dieta dei Nebrodi”, il consumo critico, responsabile, solidale, etico e consapevole, l’impiego di tecniche e di prodotti eco-compatibili sia nel settore produttivo che nel terziario;

e) promuove e sostiene i gruppi di acquisto solidale, i mercatini contadini, la piccola distribuzione organizzata, l’agricoltura sociale, le mense pubbliche bio, biodinamiche/ naturali, il paniere dei prodotti biologici/biodinamici/naturali dei Nebrodi nonché le fattorie e i laboratori didattici dimostrativi in genere, prestando particolare attenzione a quelli sulle erbe officinali tipiche del comprensorio, ai metodi tradizionali di trasformazioni di prodotti tipici e alle produzioni di compost da rifiuti organici;

f) promuove, sostiene e contribuisce alla crescita della cultura e dell’informazione, in difesa dell’ambiente e dei progetti ecologici, dello sviluppo dei consumi più naturali e salutari, della conoscenza e del recupero delle tradizioni culturali dei vari territori, dell’incentivazione dell’economia ambientale di qualità, con iniziative rivolte all’ eco-turismo-sociale (bio-agriturismo e fattorie didattiche bio, bio-fattorie sociali, eco-sentieri, etc..), all’attivazione dei mercatini biologici e agli acquisti verdi nelle mense scolastiche, pre-scolastiche e ospedaliere, alla limitazione del consumo del suolo, alla promozione di rifiuti zero, all’autonomia energetica degli edifici pubblici;

g) promuove, sostiene e favorisce la pratica del corretto trattamento dei rifiuti a matrice organica costituita da scarti di cucina e da scarti vegetali assicurando, altresì, una idonea comunicazione ai cittadini sulle modalità e sui vantaggi del compostaggio domestico, locale e di comunità. Tutto ciò ad integrazione di tutte quelle iniziative legate al corretto espletamento della raccolta differenziata dei rifiuti urbani e più in generale volte alla salvaguardia dell’ambiente, alla riduzione complessiva dei rifiuti e alla valorizzazione delle risorse ambientali del territorio;

h) promuove e gestisce il censimento di tutte le produzioni biologiche, biodinamiche, naturali del territorio dei Nebrodi nonché sostiene e incrementa le produzioni e le metodologie culturali, di allevamento e di trasformazione tipiche del territorio dei comuni aderenti;

i) tutela, promuovere e valorizza le produzioni locali e l’affermazione della professionalità dei produttori, nell’ambito dello sviluppo equo e solidale rispettando il sistema di garanzia partecipativa “P.G.S.”, previa attivazione dei D.E.S., R.E.S. e G.A.S. Per le richiamate finalità verrà redatto un disciplinare specifico, anche attraverso procedure inclusive, per le attività di gestione e di produzione forestale, agricola e zootecnica nonché di alimenti sani e naturali, all’interno del territorio del Bio-Distretto;

j) svolge attività di controllo e certificazione nonché definisce e/o acquisisce marchi d’area, di qualità e/o identitari, anche in relazione al disciplinare di cui al comma precedente, per tutelare la salute dei consumatori e la professionalità dei produttori locali curandone la gestione, in forma autonoma o delegata, secondo apposito regolamento rispettoso della normativa internazionale, nazionale e regionale in materia;

k) promuove la certificazione partecipativa delle produzioni da agricoltura biologica/ biodinamica/naturale, coinvolgendo i D.E.S., le R.E.S. e i G.A.S., secondo una modalità di controllo multisensoriale, dove i consumatori, i produttori e i trasformatori, invitati a farsi carico della rispettiva affidabilità, d’intesa con gli enti e le associazioni competenti in materia, sono impegnati a incentivare la certificazione della salubrità dei prodotti e la sostenibilità ambientale come scelta di vita;

l) promuove la costituzione di reti fra gli attori del territorio al fine di rafforzare il tessuto sociale per il raggiungimento degli scopi del presente statuto, anche attraverso l’applicazione dei sistemi di garanzia e certificazione partecipativa “P.G.S.” e l’attivazione dei Gruppi di Acquisto Solidale, G.A.S.;

m) promuove e coordina iniziative sociali, legali, legislative ed associative per la tutela dei propri associati e per l’affermazione degli scopi del presente statuto;

n) può partecipare a organismi, locali, regionali, nazionali ed internazionali in sintonia con gli scopi dello statuto;

o) promuove e realizza anche in collaborazione con gli altri organismi ed enti pubblici o privati, attività di progettazione, formazione, istruzione, informazione e ricerca per cittadini, agricoltori, trasformatori, consumatori, tecnici, operatori turistici ed enogastronomici, amministratori locali, istituzioni scolastiche, etc.;

p) potrà autofinanziarsi, chiedere finanziamenti ad istituti di credito nonché accedere a forme di finanziamento comunali, regionali, nazionali ed europei;

q) promuove e gestisce, d’intesa con enti pubblici e privati, progetti turistico-culturali per agevolare la valorizzazione del territorio sotto il profilo naturalistico e paesaggistico e l’educazione ambientale-alimentare, in particolare nelle aree rurali, rivolti ai bambini delle scuole materne, elementari e medie inferiori, ma anche agli studenti delle scuole superiori nonché agli adulti, finalizzati ad un corretto consumo di prodotti bio-stagionali rappresentativi della biodiversità nebroidea;

r) promuove e sostiene modelli di consumo e stili di vita, anche attraverso la pratica del foraging, per consolidare la “Dieta dei Nebrodi”, presidio di benessere e salute;

s) promuove e realizza visite alle bio-fattorie, didattiche e sociali, agli agriturismi bio-ecologici, percorsi culturali ed enogastronomici “IterBio”, nell’ambito del turismo sostenibile, nel territorio dei Nebrodi e tra i comuni, i luoghi e le aziende del Bio-Distretto, con l’obiettivo di far conoscere l’origine dei prodotti alimentari con il metodo di produzione biologica/biodinamica/naturale, di educare ad una corretta e sana alimentazione, di far conoscere flora e fauna tipica del territorio, di creare interesse per la scoperta dell’ambiente e dell’attività agricola multifunzionale, di sensibilizzare al rispetto dell’ambiente, di favorire il recupero del valore culturale, ambientale, paesaggistico ed enogastronomico del territorio;

t) promuove e realizza progetti di filiera corta solidale, anche come incubatore di G.A.S., in collaborazione con i produttori e i consumatori che hanno condiviso i disciplinari tematici, rispettosi dei sistemi di garanzia partecipativa;

u) realizza un’apposita piattaforma informatica per la gestione della “Banca della Terra”. Un inventario reale e aggiornato dell’offerta dei terreni pubblici e privati disponibili per concessioni e/o affitti e/o vendite, procedendo alla stesura di un apposito regolamento di funzionamento e garantendo servizi di supporto tecnico-giuridico per le diverse tipologie di contratto;

v) promuovere e svolge attività di supporto e assistenza agli associati nelle forme e nelle modalità compatibili con le finalità statutarie, avvalendosi anche di figure e soggetti professionali per lo svolgimento di tali attività;

w) promuove e gestisce anche in collaborazione con altri organismi, associazioni ed enti pubblici e privati, attività editoriale, periodica e/o quotidiana, anche online, per la divulgazione di argomenti inerenti alle richiamate attività;

x) può aderire alla rete nazionale e internazionale dei Bio-Distretti;

y) può compiere nei limiti posti dalla vigente legislazione, tutte le operazioni mobiliari, immobiliari e finanziarie necessarie o utili per il conseguimento degli scopi associativi;

z) può inoltre, per i medesimi fini, assumere interessenze, quote, partecipazioni anche azionarie, in forme associative e societarie aventi scopi affini o analoghi.